La qualità di vita e la relazione con il contesto

La qualità di vita di ogni persona dipende dalla qualità del contesto nel quale vive e dalla relazione insperabile con esso. Il contesto di vita include lo spazio fisico, il tempo, le materie, gli oggetti, le persone e tutte le cose visibili ed invisibili. Quando il contesto risponde ai differenti bisogni delle diverse persone nasce una relazione armonica con il contesto che permette ad ogni persona di esprimere al meglio la propria individualità, diversità e potenzialità, creando così le condizioni per il stare bene con il proprio corpo ed il stare bene con gli altri.

Perché mettere le mani sul contesto?

 
La disabilità sensoriale e la pluridisabilità possono creare una interrelazione molto negativa con il contesto ostacolando così la persona nella piena ed effettiva partecipazioni alla vita quotidiana, rendere difficile lo sviluppo delle potenzialità della persona e ridurre la qualità di vita. Quando non è possibile cambiare la condizione di salute occorre modificare ed adattare il contesto di vita. La consulenza e formazione psicopedagogica offre la possibilità analizzare ed interpretare le ripercussioni della disabilità sensoriale e della pluridisabilità sullo svolgimento delle attività e della partecipazione al fine di ricercare e individuare le modifiche dei fattori ambientali fisici e relazionali che possono migliorare il stare bene con se e con gli altri e che permettono di condurre fuori i talenti della persona con disabilità sensoriale o pluridisabilità, nel rispetto del diritto di dell’autodeterminazione e dell’accomodamento ragionevole.


👋

4 Dicembre, 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.